Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Avversario, il Parma di D’Aversa ormai certo della salvezza

I ducali, grazie alla vittoria contro la Fiorentina della scorsa giornata, hanno conquistato la permanenza in Serie A. Inglese e Gervinho ancora in dubbio

RomaParma resta sempre una partita che evoca sensazioni positive nella mente di ogni tifoso romanista. Proprio contro i gialloblu, il 17 giugno di 18 anni fa, la Roma conquistava il suo terzo ed ultimo scudetto. Domenica purtroppo la sfida contro il Parma assumerà anche una nota amara, dato che sarà l’ultima partita giocata da Daniele De Rossi con la maglia giallorossa. I ducali sono ormai certi della salvezza, mentre i giallorossi, oltre ad onorare il loro capitano, hanno bisogno di punti per sperare nel quasi impossibile incastro per centrare la Champions League.

Il cammino del Parma

La stagione del Parma è stata tutto sommato positiva. Dopo aver riconquistato la Serie A a tempi record (unica italiana ad aver conquistato tre promozioni consecutive dalla Serie D alla A), la squadra di D’Aversa ha dimostrato di avere le carte in regola per poter continuare a militare nella massima serie italiana. Grazie ad un bottino complessivo di 41 punti, arrivati grazie a 10 vittorie ed 11 pareggi, la squadra emiliana ha saputo mettere più volte i bastoni tra le ruote anche alle più grandi, come dimostrano i pareggi contro Juventus (3-3) e Milan (1-1), e la vittoria ad inizio stagione contro l’Inter (0-1).

I dati

Analizzando i grafici del sito legaseriea.it, possiamo notare come la squadra emiliana vada in sofferenza sopratutto nella seconda metà di gioco; il divario nei gol subiti tra primo e secondo tempo è infatti evidente. Nella ripresa il Parma perde la sua capacità organizzativa, sopratutto in difesa, il che porta la squadra gialloblu a subire molto nei secondi 45 minuti. Se nei primi tempi la i gol subiti dal Parma sono 18 (il 31%), nei secondi tempi il dato schizza alle stelle, arrivando a 41 reti subite (il 69%). Nei gol fatti invece, l’andatura resta per lo più stabile.

La Formazione

Il Parma di Roberto D’Aversa scenderà molto probabilmente in campo con un conservativo 5-3-2. A proteggere i pali Sepe e davanti a lui la folta linea difensiva formata da GazzolaIacoponiAlvesGagliolo Di Marco. Mediana con KuckaStulac Barilla con la coppia di attacco composta da Ceravolo Siligardi. Ancora in forse l’ex Gervinho, a causa di un problema muscolare, e il bomber Ingelse, per un fastidio alla caviglia.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti