Resta in contatto

Prima Squadra

Mancini: “Test importante. Contento di esser qui e di imparare da Fonseca” (VIDEO)

Il difensore giallorosso parla ai microfoni di Roma Tv al termine della sfida del Curi

Gianluca Mancini, difensore giallorosso, ha parlato al termine dell’amichevole vinta contro il Perugia (1-3).
Queste le sue parole:

ROMA TV

Complimenti per la doppietta. Sensazioni?
“Grazie per i complimenti, il gol per un difensore sono buoni perché aiutano la squadra ma il nostro compito è quello di difendere, come ci chiede il mister. Oggi si è alzata l’intensità e il livello della squadra. E’ stato un buon test e abbiamo messo in campo le cose che ci chiede il mister anche se non al meglio. Però se vinciamo ci aiuta a lavorare meglio.

Sei un difensore goleador
“Sì, poi quando ci sono Kolarov e Pellegrini che mettono questi cross, bisogna solo trovare il tempo giusto.
Voglio lavorare e capire il mister per imparare quello che mi chiede e migliorare velocemente”

Con il Perugia un test importante
“Anche le altre amichevoli sono state importanti. Oggi l’intensità è stata più alta, il Perugia è un buon anniversario, faceva anche caldo ma ci sono ancora tante cose da migliorare”

Hai giocato sempre con la difesa a 3, qui stai lavorando su quella a 4
“Sta a noi giocatori capire quello che ci chiede il mister. Ho passato molte stagioni giocando a 3, qui si gioca a 4 ma sono giovane e ho una montagna da imparare. Sono contento di stare qui e di imparare da mister Fonseca”


MIXED ZONE

Come hai visto il Perugia?
“Ho visto un bel tifo come prima cosa, che non manca mai. Qui ho passato due anni bellissimi. La squadra l’ho vista bene, poi sono partite di pre-campionato e ognuno deve capire le cose che vogliono i mister però è stata una bella partita”.

Un bilancio di questo inizio di stagione?
“Abbiamo fatto qualche amichevole con squadre più basse mentre oggi l’intensità si è alzata. Il Perugia era la migliore da affrontare, abbiamo messo in campo le cose del mister, ma ancora siamo agli inizi. Bisogna capire in fretta quello che vuole e cercare di mettere bene in campo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra