Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “C’è tanta qualità in rosa, dobbiamo migliorare in difesa”

Le parole di mister De Rossi dopo il match contro il Benevento

Alberto De Rossi, tecnico della Roma Primavera, ha parlato ai microfoni di Roma TV al termine della gara amichevole vinta per 8-0 contro il Benevento. Queste le sue parole:

Sono arrivate conferme? C’è grande qualità in quasi tutti gli effettivi della rosa. Sono contento perché abbiamo affrontato, soprattutto nella prima mezz’ora, una squadra che giocava molto bene a pallone. In alcune occasioni non siamo riusciti ad accorciare, è un sistema di gioco (quello del Benevento, ndr) che affronteremo spesso nelle prime gare di campionato, per cui è stato anche un banco di prova dal punto di vista tattico.

Ho provato diverse soluzioni tattiche? Sì, grazie ai ragazzi che sono aperti mentalmente e validi tecnicamente. Ci siamo messi con la difesa a tre, un sistema di gioco che onestamente proviamo poco, ma queste amichevoli servono anche per dare minutaggio a tutti. Quest’anno abbiamo un tasso qualitativo più alto rispetto agli altri anni. Alcune volte succede che i giocatori tecnici perdono sotto il punto di vista dell’agonismo, ma per il momento questo non sta accadendo e siamo molto contenti. Sulla gara? Oggi, come per la scorsa amichevole, si trattava di partita vera. Da un certo punto in poi, la gara è andata a nostro favore, ma loro ci hanno dato filo da torcere fino ad un certo punto, sono una squadra attrezzata e che lotta sempre. Sulla porta inviolata? C’è ancora da migliorare in difesa, ma probabilmente è anche frutto del momento, non siamo preoccupati e miglioreremo“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera