Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Fonseca insiste sul difensore: «Non mi serve uno qualsiasi»

Il tecnico portoghese aspetta il titolare in difesa

Confermando il suo credo calcistico votato all’attacco, Fonseca non ama giocare in difesa, nemmeno a parole. Così, all’inevitabile domanda sul mercato, il tecnico è chiaro: «È normale che da tempo mi sarebbe piaciuto avere un centrale in più. Non è un segreto che la Roma ne stia cercando uno che abbia esperienza e migliori la qualità della squadra. Per questo non è facile, non vogliamo prendere un difensore tanto per prenderlo. Deve essere una scelta ponderata. Rugani? Buon giocatore ma non parlo di quelli che non sono qui con me».

La Roma continua quindi nella ricerca. Nonostante lo stop di giovedì, già domani Petrachi e Paratici torneranno a parlare di Rugani, provando a trovare un’intesa sulla valutazione complessiva dell’operazione. Nella quale, se andrà in porto, entrerà Riccardi più Celar. Al netto delle parole di Fonseca: «Per il momento nessuno ha parlato con me di questo, quindi la questione non è diventata concreta altrimenti me lo avrebbero detto. Tutti hanno speranze in lui, io lo devo ancora conoscere bene. Ha talento, ma è ingiusto mettergli addosso tutta questa pressione».

Le altre candidature per il difensore sono quelle di Lovren e Nkoulou. L’agente del camerunese è in arrivo in Italia. È vero che Cairo nei giorni scorsi ha parlato di voler impostare il rinnovo ma un tentativo per il granata verrà comunque fatto. Rimane sempre viva la pista Lovren, anche ieri escluso da Klopp. La Roma attende l’affondo del Lipsia. Intanto ha bloccato Kalinic. E nelle ultime ore, con Defrel in uscita – destinazione Sampdoria – a Trigoria è stato offerto l’uruguaiano Stuani, ex Reggina ora al Girona. Coric a un passo dall’Almeria. Lo riporta “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa