Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, la risalita ardita

Al via la stagione: la Roma di Fonseca parte con il Genoa, obiettivo 4 posto

La Roma riapre casa nella notte della partenza in campionato. Ha bisogno di sentirsi a proprio agio e anche di essere coccolata dal suo pubblico. Fallimentare l’ultima stagione: niente partecipazione alla Champions, nonostante i 4 posti disponibili. E, come se non bastasse, l’addio in coppia di Totti e De Rossi. L’Olimpico non è più lo stesso. Non c’entra il restyling per Euro 2020. Mezzo vuoto, se andrà bene. Gli abbonati sono poco più di 18 mila e 12 mila tagliandi venduti per la gara d’esordio contro il Genoa. Più che la fiducia, cala la passione. Da riconquistare con i risultati e non certo con le promesse.

Domani a guidare i liguri ci sarà l’ex Aurelio Andreazzoli, che si presenta così: «Cercherò di dare un dispiacere ai giallorossi». Sotto i riflettori ci finirà anche il nuovo allenatore Paulo Fonseca, al suo esordio nel nostro torneo. Il portoghese, unico straniero delle big di Serie A, ha il compito di rilanciare il club giallorsso. Scontato l’obiettivo: il ritorno in Champions. Il 4° posto rappresenta attualmente il massimo della vita.Vuole che si divertano i giocatori in campo e i tifosi in tribuna. Spesso fa riferimento al coraggio e al dominio per spiegare il suo calcio offensivo. Pressing, verticalizzazione e velocità.

Nuovo l’allenatore, ma non la Roma. L’unico titolare del mercato di Petrachi è il portiere Pau Lopez. I 10 giocatori di movimento indiziati per cominciare la sfida dell’Olimpico hanno fatto parte della rosa nella scorsa stagione, anche se poi, in 48 match, non sono mai partiti insieme dall’inizio. In campo non vedremo i sostituti di Manolas, De Rossi, ed El Shaarawy. I rinforzi, a parte l’infortunato Spinazzola e la scommessa Cetin, stanno per ora in panchina: Zappacosta, Mancini, Diawara e Veretout. La conferma di Dzeko è la certezza che lo fa essere ottimista. Out Perotti per un problema muscolare accusato nella rifinitura, al suo posto si candida Kluivert. Davanti la squadra già recita il copione del portoghese. Attorno al centravanti, crescono Zaniolo e Under. Lo riporta “Il Messaggero”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa