Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Caro Paulo, fidati: questa partita non la puoi perdere

Il tecnico portoghese pronto per il primo derby

Oggi Paulo Fonseca può legittimare il suo ingaggio o incrinare la sua reputazione. Sta affrontando la giornata con serenità, anche se gli hanno detto che il derby è una partita fin troppo carica di significati. Sa di affrontare un’avversaria più rodata, sa meglio di tutti di avere una squadra incompleta. Sicuramente non è dal particolare di un derby che si giudica un allenatore. Però, un allenatore deve mostrare coraggio, fantasia, fortuna e, nella AS Roma, carattere verso la società. Ne abbiamo visto tanti in questi anni di gestione Pallotta. Non hanno vinto niente e non per colpa loro. Lui avrebbe bisogno dei sostituti di Manolas e De Rossi per il 4-2-3-1 e non sono arrivati. Affronti una Lazio che ha vinto più trofei negli ultimi anni, però la Roma ha vinto la classifica delle plusvalenze. Fonseca non c’entra ma questo derby non lo deve perdere. Lo riporta Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa