Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Esordio di Mkhitaryan: in Armenia acquistati i diritti delle partite della Roma

Oggi, contro il Sassuolo, l’armeno dovrebbe scendere in campo dal 1′ per l’esordio con la maglia giallorossa

I tifosi giallorossi sono in trepida attesa per l’esordio di Henrikh Mkhitaryan con la maglia della Roma, convinti delle qualità del giocatore e dell’apporto che potrà dare al reparto offensivo, decimato adesso dagli infortuni.
Oggi contro il Sassuolo scenderà per la prima volta sul prato dell’Olimpico, oltre trentamila sguardi saranno puntati su di lui, aspettando di vedere un guizzo o un’invenzione palla al piede.

Intanto in Armenia, una delle principali reti televisive ha acquistato rapidamente i diritti delle partite della Roma, dando così modo al popolo armeno di ammirare il loro idol,o cimentarsi nel campionato italiano e seguire per l’intera stagione le prestazioni del 77 giallorosso. Lo scrive il sito del Corriere dello Sport.

Quello di stasera sarà il suo settimo esordio con una nuova maglia dopo le esperienze in Armenia, Ucraina, Germania e Inghilterra. Sicuramente sarà un debutto molto emozionante per Henrikh, che ieri ha celebrato l’anniversario della nascita del padre Hamlet, uno dei più forti attaccanti dell’Europa dell’Est dello scorso secolo, che morì a trentatré anni per un tumore al cervello.

LEGGI QUI LA NOTIZIA ORIGINALE

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra