Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Un popolo in delirio per i gol dei “vecchi” leoni

Ancora quei due. Sempre loro due. Kolarov suona il primo colpo, Dzeko piazza la testata del ko all’ultimo secondo. È sempre la Roma del tandem slavo.

Li voleva entrambi Conte all’Inter, ma sono voluti rimanere e Fonseca giustamente non li toglie mai. Con il gol di ieri il centravanti bosniaco è arrivato a quattro gol stagionali in cinque match, 91 su 184 gare da romanista, 277 complessivi in carriera su 625 partite nei club. Gliene mancano 11 per agganciare Montella al sesto posto nella classifica dei marcatori giallorossi nella storia.

La vittoria ieri l’ha costruista insieme all’amico Kolarov, che si è dannato l’anima fino all’ultimo, alla faccia dei 34 anni da compiere il prossimo novembre. Ieri ha segnato la sesta punizione diretta da quando gioca nella Roma. Nello stesso arco di tempo, solo Messi ha fatto meglio di lui nei club con 12 centri.

I numeri dicono tanto ma non spiegano tutto. Il serbo è l’uomo forte del gruppo, la faccia cattiva da mostrare nelle avversità, anche ai compagni e ai tifosi se ce n’è bisogno. Lo scrive Il Tempo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa