Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Effetto Fonseca. Unione, spettacolo e voglia di stupire. E’ tornata la Roma

Cento giorni fa per la Roma dominava il nero con gli addii di Totti e De Rossi, ora quella sensazione è completamente capovolta

Una rivoluzione culturale che vede come frontman Paulo Fonseca, ma dietro c’è un lavoro dirigenziale che sembra aver fatto tornare il sorriso al Presidente Pallotta pronto ad affacciarsi a Roma oltre un anno dopo dalla sua ultima apparizione: domani in Comune ci sarà forse un summit decisivo per lo Stadio.

A dimostrare la ripresa della squadra c’è anche la cena di gruppo di cui si sono resi protagonisti i giocatori ieri sera. Il clima lo hanno raccontato allegro ed ottimista. Lo stakanovista Fonseca arriva a Trigoria sempre alle 8 e ha conquistato ogni giocatore a partire da Dzeko che ha segnato 4 gol nelle 5 partite fin qui disputate.

Le buone notizie continuano anche in difesa che dopo aver subito 6 gol nelle prime 3 gare sembra essersi registrata. Anche la modifica della salita dei terzini, alternata, lo spostamento di Pellegrini a trequartista e l’inserimento di Veretout, sono altri assi usciti dalla manica del portoghese. Fiducia è la parola chiave ed è una cosa che sentono Kluivert, Pellegrini e senatori come Kolarov. Lo scrive oggi La Gazzetta dello Sport.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa