Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Borsino Roma: prende quota Smalling

Buona prestazione del difensore inglese all’esordio

Dopo sei partite stagionali sarebbe sciocco parlare di promozioni o bocciature, ma si possono iniziare comunque a fare delle considerazioni. Pau Lopez, l’estremo difensore più pagato della storia della Roma, sta facendo abbastanza bene, dimostrando sicurezza con i piedi, ed è assai stimato dai compagni. Spinazzola sembra essere una vera risorsa, ma gli infortuni muscolari lo stanno frenando. Discorso simile per Zappacosta, visto solo per pochi minuti contro il Genoa.

Chi sta scoprendo un mondo nuovo è Mancini, che nonostante qualche errore, ha dato importanti segnali di crescita. Smalling è piaciuto invece dalla prima uscita: la sconfitta contro l’Atalanta non ha annebbiato la sua buona prestazione all’esordio.

L’innesto di Veretout a centrocampo era quello che serviva alla Roma, sebbene anche lui sia tra i colpevoli della sconfitta contro la Dea di mercoledì. Molto meno impiegato di lui Diawara, ancora immaturo probabilmente. Poco incisivo, tranne che all’esordio contro il Sassuolo, il gioiello del mercato giallorosso, Mkhitaryan. A Trigoria però non sono preoccupati e credono che sia solo una questione di ambientamento. Il vice-Dzeko, Kalinic, è invece ancora indietro dal punto di vista fisico, ma la Roma ha piena fiducia in lui. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa