Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Scattano i giorni verità di Zaniolo: più vicino il ritorno in Nazionale

Per Nicolò Zaniolo il mese di ottobre è tutto da sfruttare

Con l’infortunio di Lorenzo Pellegrini, si libera più spazio sia nella Roma che in Nazionale. Per l’ex Inter è arrivato finalmente il momento di fare quello scatto definitivo verso la maturità calcistica. Fonseca in questo inizio di stagione lo ha centellinato alla perfezione per evitare di sovraccaricarlo di responsabilità e per tenerlo con i piedi per terra. Si è visto a Leccequando da subentrato è stato un valore aggiunto per la squadra.

E’ ovvio però che il ragazzo adesso pretenda di più visto le 3 panchine nell’ultime 4 gare. Mancando anche Under, Paulo Fonseca lo potrà utilizzare sia come trequartista che come ala a seconda degli avversari. Zaniolo è molto duttile visto che può giocare in tutti i ruoli dietro a Dzeko. Giovedì in Europa League a Graz dovrebbe iniziare come esterno mentre domenica contro il Cagliari potrebbe alternarsi con Mkhitaryan nel ruolo di trequartista.

Sarà poi interessante capire se e come il ct Mancini intenderà utilizzarlo in Nazionale: la sua intenzione è quella di convocarlo dopo la punizione di settembre,ma c’è anche da concordare una strategia anche con l’Under 21, che deve ancora conquistare la qualificazione. Lo scrive oggi Corriere dello Sport. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa