Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

I precedenti tra la Roma e le squadre austriache nelle competizioni Uefa (FOTO/VIDEO)

I giallorossi affrontano il Wolfsberger

Giovedì 3 ottobre, alle 18:55, la Roma sarà ospite del Wolfsberger per la seconda giornata del Girone J di Europa League. Per i giallorossi è una sfida inedita, ma sono 4 i precedenti contro squadre austriache in competizioni Uefa. Il bilancio è favorevole ai capitolini, con 3 vittorie e un pareggio: tutti i precedenti sono stati giocati in Coppa Uefa/Europa League.

La Roma ha affrontato squadra austriache anche nella Coppa dell’Europa Centrale nei lontani Anni 30: nel 1931 i giallorossi vennero eliminati dal First Vienna in semifinale (due sconfitte, 3-2 a Campo Testaccio e 3-1 in terra austriaca), mentre nel 1936, negli ottavi di finale, la Roma riuscì a battere il Rapid Vienna per 5-1 in casa, rimontando la sconfitta per 3-1 subita in trasferta.

Primo turno Coppa Uefa 1992-31, il doppio confronto con il Wacker Innsbruck

Il primo confronto contro squadre austriache nelle moderne competizioni Uefa è tra la Roma e il Wacker Innsbruck. Le due squadre si sono affrontate nel primo turno di Coppa UEFA 1992-93. I giallorossi, guidati da Vujadin Boskov, si sono imposti nettamente (1-4) nell’andata in terra austriaca: reti di Giannini, Caniggia, ancora Giannini e Muzzi. Inutile il momentaneo 1-2 firmato da Baur. Il ritorno, praticamente ininfluente, è terminato 1-0 per i capitolini, rete di Hassler.

Girone Europa League 2016-17, una vittoria e un pari contro l’Austria Vienna

L’ultimo precedente, invece, è quello che vede la Roma contrapposta all’Austria Vienna nel girone di Europa League 2016-17. I giallorossi di Spalletti, nel primo match, hanno pareggiato clamorosamente 3-3 all’Olimpico: ospiti avanti al 16′ con Holzhauser, rimonta dei capitolini con El Shaarawy (19′ e 34′) e Florenzi (71′) e reti di Prokop (82′) e Kayode (84′). Nel secondo confronto i giallorossi si sono imposti col punteggio 4-2: austriaci in vantaggio dopo 1′ con Kayode, poi doppietta di Dzeko (4′ e 64′) e reti di De Rossi (17′) e Nainggolan (77′). Nel finale gol di Grunwald.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti