Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Claudio, buona la prima: “Che soddisfazione”

Le parole del tecnico romano dopo il pareggio ottenuto contro la sua squadra del cuore

“Dopo sei giorni di lavoro posso ritenermi soddisfatto, avendo affrontato una squadra che statisticamente sino ad ora era quella con il maggior numero di tiri in porta. E contro di noi, invece, ha colpito pochissimo. Nulla da recriminare quando i tuoi giocatori danno tutto, ma era logico che non potessi fare di più dopo pochi allenamenti“, poi Claudio Ranieri da un giudizio sulla Roma, “Mi piace, fa girare bene la palla, prova sempre a far allargare l’avversario per poi colpirti, ma senza Pellegrini e Dzeko perde molto“.

Se una squadra in 10 partite ha avuto 14 giocatori fuori per problemi fisici, 32 ammonizioni e 3 espulsioni, c’è un problema, anzi due. La Roma comincia un ciclo delicato della sua stagione in piena crisi d’identità. Al netto degli infortuni, un solo tiro nello specchio della porta è un segnale d’allarme da non sottovalutare. L’assenza di Fonseca in panchina non è un alibi. Lo scrive la Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa