Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

L’Avversario, l’Udinese di Tudor alla ricerca del riscatto

I friulani fino al disastro di Bergamo erano la miglior difesa del campionato con soli 5 gol subiti

Mercoledì sera, alle 21:00, la Roma scenderà nuovamente in campo per affrontate alla Dacia Arena l’Udinese. La squadra di Igor Tudor nell’ultima giornata ha perso 7-1 contro l’Atalanta, e vorrà sicuramente tentare di fare risultato contro i giallorossi per riscattarsi, dopo l’umiliante debacle arrivata con gli uomini di Gasperini.

Come arriva

Il peggior attacco della Serie A (con soli 5 gol fatti) e una delle migliori difese del campionato (con soli 6 gol subiti) fino al tracollo subito con l’Atalanta, che ha fatto arrivare il conto delle reti concesse a 13.

La panchina di Tudor non appare in discussione al momento: la dirigenza friulana gli ha confermato la fiducia, sperando che lo scivolone di Bergamo resti un unicum, aspettando una prestazione di carattere e orgoglio già mercoledì sera con la Roma.

In classifica l’Udinese ha ottenuto 10 punti in 9 giornate, come il Milan, e si posiziona al 13esimo posto nella classifica attuale della Serie A.

I nuovi innesti

Nella scorsa sessione di mercato, l’Udinese ha acquistato nuovi elementi in ogni reparto. De Maio e Becao sono arrivati da Bologna e Bahia per rinforzare la difesa. Il centrocampo ha un nuovo titolare con l’arrivo di Jajalo dal Palermo, seguito da Walace (Hannover). Ceduto Pezzella al Parma, per la fascia sinistra è stato preso Ken Sema dal Watford, da cui arriva anche Okaka, che in attacco ha la concorrenza di Nestorovski, acquistato anche lui dai rosanero siciliani.

Gli ultimi precedenti

Tornando alla scorsa stagione, pari negli ultimi due scontri: una vittoria a testa per entrambe. La Roma ha perso in casa dei friulani: all’andata 1-0 per l’Udinese (gol di De Paul), al ritorno invece vittoria per la Roma, sempre 1-0, grazie al gol di Dzeko.

La probabile formazione contro la Roma

Il 3-5-2 di Tudor non potrà avere a disposizione Opoku, squalificato dopo la mattanza contro l’Atalanta, e davanti a Musso dovrebbero schierarsi Becao, Ekong e Samir. A destra ter Avest, a sinistra Sema e in mezzo Jajalo, De Paul e Mandragora, con Okaka-Nestorovski davanti. Difficile che Lasagna possa essere recuperato.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News