Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Manolas, prima volta contro il suo passato all’Olimpico: che ricordi!

Dopo cinque anni passati a difendere la porta romanista, il greco torna all’Olimpico per la prima volta come avversario. Partita ricca di emozioni

Cinque anni di Roma e un passato che ritorna. Fino a 5 mesi fa, l’Olimpico è stato la casa di Kostas Manolas, lo stadio dove ha vissuto i suoi primi momenti italiani. Cinque anni di Roma l’hanno formato, l’hanno proposto al grande calcio e le sue qualità difensive non sono sfuggite a Cristiano Giuntoli. Roma gli sta dentro, difficile rimuoverne la passione e le tante battaglie vissute. Momenti di incredibile gioia, che resteranno indelebili nella sua mente. Uno su tutti, la notte di Champions League ed il gol al Barcellona il 10 aprile 2018.

Quella sera, il delirio s’impadronì dell’Olimpico nel momento in cui Manolas girò in rete il pallone del 3-0, gol che avrebbe spalancato le porte della semifinale alla Roma. Quello scatto verso l’infinito, con gli occhi increduli, urlando a squarciagola la propria felicità. Un frame incancellabile nella storia del club. Oggi pomeriggio ritornerà in campo proprio contro la Roma, dopo aver saltato le ultime tre partite per un infortunio. Probabilmente, verrà accolto tiepidamente, ma avrà poco tempo per pensarci. Lo riporta La Gazzetta Dello Sport.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa