Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Poker Roma a casa Inter

La squadra di Alberto De Rossi mette ko anche l’Inter, con un sonoro 4-2. Splendida gara di Estrella, che realizza la tripletta. Giallorossi secondi 

La Roma Primavera non si ferma più. I giallorossi vincono 4-2 in casa dell’Inter, grazie a una tripletta di Estrella e al gol di Simonetti, e si portano momentaneamente al secondo posto in classifica. La partita si apre con i ragazzi di De Rossi che fin da subito prendono in mano il controllo della gara, ma il primo squillo però è dell’Inter che all’8′ colpisce una traversa con Mulattieri. L’occasione per i padroni di casa scuote la Roma che al 16′ trova il vantaggio con Estrella, bravo a sfruttare un cross dalla sinistra di Calafiori e a segnare con il piatto destro. Passano appena sette minuti e al 23′ l’italobrasiliano sigla il raddoppio romanista: lancio preciso di Providence che pesca Estrella in area, l’attaccante addomestica il pallone di petto e con il sinistro lascia partire un rasoterra a incrociare che non lascia scampo al portiere nerazzurro.

Il match sembra mettersi bene per la Roma, ma dopo trenta minuti di dominio la squadra ha un blackout: nel giro di 5 minuti Schirò al 31′ e Fonseca al 36′ sfruttano due regali della difesa giallorossa e riportano il punteggio sul 2-2. I nerazzurri però devono fare nuovamente i conti con Estrella che nel giro di 4 minuti riporta in vantaggio la truppa di De Rossi: al 40′ è sempre Providence che dall’interno dell’area mette in mezzo proprio per Estrella che di sinistro realizza la sua tripletta personale. Nella ripresa la musica non cambia nonostante la difesa romanista conceda qualcosa agli attaccanti interisti: i giallorossi comunque amministrano bene la gara fino all’81’, quando De Rossi inserisce Simonetti e Tall al posto di Zalewski ed Estrella. Non passano neanche due minuti e la rete del definitivo 4-2 prende vita dai piedi dei due subentrati. Lo riporta Il Tempo. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa