Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Stadio della Roma

Marcello De Vito torna libero

L’ex presidente dell’Assemblea Capitolina era finito in carcere dopo le dichiarazioni confessorie di Luca Parnasi

E’ tornato libero Marcello De Vito, ex presidente dell’Assemblea Capitolina, arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo con l’accusa di corruzione a marzo scorso in uno dei filoni dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma calcio. Lo ha deciso il tribunale di Roma accogliendo un’istanza dell’avvocato Angelo Di Lorenzo. Il pm ha dato parere favorevole, considerando decadute le esigenze di custodia cautelare. Per lui il processo è stato fissato con rito immediato per il prossimo dicembre.

“Finalmente il mio corpo può ricongiungersi con il mio spirito che è sempre rimasto libero nonostante la mia condizione. Oggi posso affrontare il processo da uomo libero, con la serenità e la consapevolezza della liceità delle mie condotte e con piena fiducia nel processo e nella magistratura”

Furono le dichiarazioni di Luca Parnasi a mettere nei guai De Vito. Dichiarazioni poi riscontrate dai carabinieri e ritenute dalla magistratura elementi di prova concreti per ottenerne l’arresto. La storia giudiziario dell’allora presidente dell’Assemblea Capitolina, nel filone bis dell’inchiesta sulla costruzione del nuovo stadio della Roma, comincia il 20 marzo scorso con l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Maria Paola Tomaselli per concorso in corruzione con l’avvocato Camillo Mezzacapo, ritenuto dalla procura suo socio in affari per presunte utilità ricevute da Parnasi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Stadio della Roma