Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Fonseca: “Domani sarà importante giocare con ambizione e voglia di vincere”

Domani la sfida all’Allianz Stadium: le parole del tecnico giallorosso

Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di “Roma Tv” alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Juventus.
Ecco le sue parole:

Poco tempo tra la partita di campionato e Coppa Italia…
Abbiamo fatto un allenamento molto corto. I giocatori non hanno recuperato dalla partita contro il Genoa ma ci siamo allenati strategicamente per la partita. I giocatori sono motivati, con fiducia. Vediamo domani contro questa grande squadra.

C’è qualche recupero?
Solo Fazio. Perotti non è pronto, Pastore e Mkhitaryan neanche. Speriamo che contro la Lazio possiamo avere Perotti.

C’è sempre una prima volta nella vita, magari allo Juventus Stadium….
Domani è importante giocare con ambizione, voglia di vincere e fiducia per cambiare questa tendenza degli ultimi anni. La Juventus è una grandissima squadra ma penso che contro di loro abbiamo fatto una buona partita e possiamo pensare di vincere.

Può aiutare averli affrontati già pochi giorni fa?
Può aiutare la Roma ma anche la Juventus. Abbiamo visto questa partita, abbiamo bisogno di capire quello che abbiamo fatto. Non possiamo sbagliare come abbiamo fatto nei primi minuti di quella partita. Dobbiamo assomigliare più alla squadra del secondo tempo.

Può essere un appuntamento importante per Kalinic?
Kalinic ha fatto una bellissima partita contro il Parma e io sono molto fiducioso con lui. Sono sicuro che domani farà una buona partita.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra