Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Questa gara pesa come un macigno

La Roma all’esame Gent: ultima chiamata

E’ vietato sbagliare. Ultimo treno contro i modesti belgi del Gent, una di quelle partite che possono cambiare una stagione. Alla banda di Fonseca serve un successo, di quelli netti, di quelli scaccia crisi, per mostrare un’identità ritrovata e una solidità smarrita. Ma soprattutto c’è bisogno di mettere alle spalle un avvio di 2020 da dimenticare.

E’ anche il momento di Fonseca e di far vedere quanto vale. Adesso deve mostrare di saper reagire quando la pressione, unica nel suo genere a Roma, inizia a rendere l’aria irrespirabile. In questo sport alla fine paga sempre e solo l’allenatore e non è un caso che ieri, in conferenza stampa, Fonseca ha alzato la testa e detto la sua a muso duro, sempre nel suo stile. Lo riporta “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa