Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Bavagnoli: “Vittoria sporca. Faccio i complimenti alle ragazze”

Le parole del tecnico giallorosso dopo la vittoria

Elisabetta Bavagnoli, allenatrice della Roma Femminile, ha parlato ai microfoni di Roma TV al termine di SassuoloRoma, vinta dalle giallorosse grazie al gol di Bonfantini al 4′. Di seguito le sue dichiarazioni.

Una vittoria sporca ma fondamentale
“Vittoria sporca perché l’1-0 abbiamo visto come avvenuto, Però è una vittoria che ci consente di analizzare una prestazione e voglio fare i complimenti alle mie ragazze perché si comportate tutte molto bene anche se avremmo potuto chiudere la partita nel primo tempo con almeno due occasioni. Questa forse è la lacuna su cui dobbiamo lavorare ancora di più però è una grande vittoria contro una signora squadra”.

Questa vittoria testimonia la crescita della squadra
“Le ragazze sono state bravissime, la squadra sta lavorando sulla mentalità, la determinazione e la voglia di portare a casa dei risultati che sono stretti ma che poi hanno evidenziato una prestazione importante. Altre volte durante la stagione ci è capitato di prendere gol all’ultimo minuto o di perderci e questo adesso non sta avvenendo. Faccio i complimenti al Sassuolo che ha fatto una grande partita, avevano preparato la gara con delle mosse importanti. Faccio anche i complimenti alle mie ragazze che si sono adattate e hanno letto e interpretato bene le situazioni. Siamo felici. Ci dà morale e fiducia e voglia di continuare a fare bene”.

Ora ci sarà il ritorno di Coppa e poi la sosta
“Ora ci aspetta mercoledì una partita importante dove vogliamo chiudere questo passaggio del turno. Poi ci sarà la sosta che ci consentirà di recuperare le forze per le giocatrici e ci sarà modo di ritrovarci al rientro dalla nazionali con la determinazione giusta per poter continuare a fare bene. Sono contenta perché oggi c’è stata una bella prestazione con ritmi alti e si è visto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile