Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

FantaRoma, il poker è servito

E’ tornata la Roma

L’ultimo successo in Serie A risaliva al 19 gennaio scorso contro il Genoa e non era mai accaduto che, per due volte consecutive, Pau Lopez non prendesse gol, un segnale di ritrovata solidità difensiva, anche se ieri il Lecce non è mai stato pericoloso. Sono arrivati quattro gol con Dzeko che ha raggiunto Montella e che ha segnato già in 5 gare di questo 2020, meglio di lui solo Ronaldo e Immobile.

Fonseca ha cambiato ancora e non soltanto gli uomini, ma anche nell’atteggiamento tattico. Pellegrini, ad esempio, ha giocato da trequartista molto avanzato, quasi da seconda punta più vicino a Dzeko. Anche il numero 7 ha fatto vedere segnali di ripresa, ma nell’intervallo è rimasto negli spogliatoi per un risentimento muscolare.

La Roma è stata molto offensiva e il contributo di Peres è stato incessante, è un giocatore ritrovato. Dzeko ha fatto il regista offensivo ed è arretrato spesso per aprire gli spazi e cercare l’imbucata per gli esterni. Si è rivista la Roma del 2019 con un pressing asfissiante, continuo controllo del pallone e quasi trenta occasioni create. E’ stato determinante anche Mkhitaryan, tornato ad alti livelli dopo aver superato i tanti problemi fisici. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa