Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il rompicapo dello scudetto fantasma: in caso di stop non vince nessuno

La FIGC deve trovare una via d’uscita

Urla, veleni e contrordine. Dopo ore faticose e da cancellare in fretta per lo spettacolo offerto, domani la Serie A si rimette in moto dentro stadi vuoti e trattenendo il fiato. Insieme alle porte chiuse, i provvedimenti governativi e non solo, hanno consegnato al nostro pallone due vademecum per allontanare, o provare a farlo, l’emergenza Coronavirus dagli spogliatoi o dai campi di allenamento.

Il tema di un possibile contagio fra i giocatori è già all’ordine del giorno in realtà come la Danimarca e un potenziale, e logico, rischio altrove. Il punto è che mai un campionato a girone unico è stato sospeso prima del traguardo. Spetterebbe dunque alla FIGC indicare la nuova via d’uscita, compresa la possibilità di non assegnare il titolo. L’unico obbligo sarebbe quello di ufficializzare una classifica finale da consegnare all’UEFA per permettere ai club di partecipare alle coppe europee. Lo scrive La Stampa

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa