Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Coronavirus, il Sion licenzia Doumbia e altri 8 giocatori: ecco il motivo

Nove tesserati licenziati dal club svizzero. La motivazione, legata alla diffusione del COVID-19, è di natura economica

Tempi duri per tutti, anche per i calciatori. E quanto accaduto in Svizzera, al Sion, lo testimonia. Infatti il presidente Christian Constantin aveva proposto ai suoi tesserati di accettare una riduzione del salario, arrivando a toccare al massimo quota 12.350 franchi: una misura adottata per fronteggiare la crisi da Coronavirus, garantito dall’assicurazione contro la disoccupazione.

Proposta che non ha trovato d’accordo molti tesserati, nove per l’esattezza, tra i quali l’ex giallorosso Seydou Doumbia. Come si è risolta la situazione? Lettera di licenziamento e calciatori svincolati.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News