Resta in contatto

Rassegna Stampa

La ripartenza: marzo tagliato e via ai tamponi

Il club risparmia una trentina di milioni sul prossimo bilancio

La linea guida esposta dal gruppo sul taglio degli stipendi è diventata realtà. Al dare il là i sindacalisti Dzeko, Pellegrini, Kolarov e Fazio. La rosa giallorossa ha presentato ufficialmente il piano-tagli alla dirigenza che lo ha accolto con soddisfazione. Queste rinunce avranno un impatto di una trentina di milioni sul prossimo bilancio. La Roma si allinea quindi alla Juventus rinunciando alla mensilità di marzo e disposta a spalmare sugli esercizi finanziari i successivi tre mesi.

I calciatori, inoltre, hanno chiesto ed ottenuto dai dirigenti, che anche come Fonseca sono pronti al sacrificio economico, che parte dei compensi venga girato ai dipendenti per la cassa integrazione. Questa mossa ricalca quanto fatto dal Barcellona di Messi. E’ stata incontrata anche la Primavera e qui i tagli saranno variabili sulla base di quanto percepito. Intanto la Roma ha iniziato a verificare le condizioni dei suoi giocatori attraverso anche l’utilizzo dei tamponi. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa