Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Amra Dzeko: “Io e Edin felicissimi per il nostro terzo figlio. L’aspettavamo insieme”

Le parole della moglie del numero 9 giallorosso sulla quarantena e sulla sua nuova gravidanza

Edin Dzeko e Amra avranno un terzo figlio. Proprio la moglie del giallorosso qualche giorno fa ha raccontato come sta vivendo la quarantena e la gravidanza al magazine bosniaco Azra:

“Sono davvero fortunata che la mia quarta gravidanza vada senza problemi, complicazioni e nausea per i primi tre mesi. So di essere una delle poche donne a cui piacciono tutti e nove i mesi. Questa era una gravidanza pianificata, anche venti anni fa ti avevo detto che mi sarebbe piaciuto avere una grande famiglia e sono felice che questo sogno si stia avverando”.

Come si vive una gravidanza in una situazione come quella della quarantena dovuta al coronavirus in Italia?

“Una delle cose più importanti che tutti possiamo fare per proteggerci da una pandemia e aiutare anche i medici e il personale infermieristico è rimanere a casa. Questo è ciò che faccio, nient’altro. A casa gestisco la mia gravidanza, solo qualche volta esco per andare a fare la spesa o in farmacia perché so di cosa abbiamo bisogno. E sto attentissima: esco con la mascherina e i guanti, che butto sempre al mio ritorno. Disinfetto sempre le mie mani, appena salgo e scendo dalla macchina, la carta, le chiavi, tutto ciò che tocco. Non esagero, perché non voglio creare panico inutile, ma mi prendo cura di me stessa e delle persone che mi stanno intorno. Tutti possiamo farlo”.

Come si fanno gli esami medici?

“Vado regolarmente dal mio medico per i miei controlli. Ora riceve solo donne in gravidanza ed eventuali emergenze. In Italia la situazione è difficile, ma devo ammettere che non possiamo lamentarci: abbiamo un giardino, bel tempo, soprattutto in questi giorni, quindi abbiamo più cose da fare con i bambini. Sono così felici di avere mamma e papà con loro tutto il giorno”.

Come rimani in contatto con i tuoi genitori a Sarajevo?

“Parliamo quotidianamente, durante le prime settimane abbiamo costantemente chiamato i miei e i genitori di Edin e abbiamo ricordato loro quanto fosse difficile la situazione in Italia rispetto al resto del mondo, per capire il modo giusto di comportarsi. Sono molto responsabili e sono molto contenta che la Bosnia abbia introdotto tempestivamente misure di isolamento e protezione”.

Come hai detto a Edin dell’arrivo di un altro figlio?

“Siamo stati felicissimi, era una gravidanza pianificata. L’aspettavamo insieme e l’abbiamo scoperto insieme”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News