Resta in contatto

Rassegna Stampa

Effetto pandemia: Inter e Roma declassate sui bond

L’incertezza è per tutti. E su tutto, anche su InterRoma e i loro bond.

La certificazione arriva da Standard and Poor’s, agenzia di rating che ha ridotto la valutazione delle obbligazioni dei due club, scesa ora da BB- a B+. Sono gli effetti della pandemia, la conseguente incertezza legata ai bilanci dei due club, nello specifico ai mancati introiti – alcuni certi, altri possibili – per colpa dell’emergenza sanitaria mondiale.

Ovviamente per la Roma non è una buona notizia. Com’è noto, nell’agosto, nell’agosto scorso il club giallorosso – grazie a Goldman Sachs – ha messo sul mercato il proprio debito di 275 milioni, trasformandolo in “bond” disponibili per gli investitori, piazzati ad un interesse del 5.125% e con una scadenza nel 2024. Una rinegoziazione intelligente, visto che il passivo fino a quel momento era finanziato a interessi di circa il 7%.

Gli analisti a suo tempo dissero che probabilmente la maggior parte era finanziato negli Stati Uniti e presso investitori istituzionali. Chi sono? I detentori dei fondi d’investimento, stile “Raptor” del presidente Pallotta. Non è escluso, perciò, che siano proprio loro a movimentare questo tipo di obbligazione nel futuro, anche perché l’andamento del titolo borsistico, in fondo, non meriterebbe un declassamento del genere. La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa