Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

“Sì, vorrei tornare alla Roma”. Nainggolan esce allo scoperto

Le parole dell’ex centrocampista giallorosso

Dunque gli amici di Casalpalocco, la “sua” Roma, non mentivano: Radja Nainggolan spera davvero di tornare a casa. Senza nulla togliere a Cagliari e al Cagliari, che sono altrettanto importanti per la sua vita e per la sua carriera, Nainggolan è ancora addolorato per come sia finita con la Roma e sarebbe ben felice di rammendare il filo interrotto: “Se ci fossero i presupposti tornerei – ha raccontato nella diretta Instagram con il popolare Faina, tifoso laziale -, perché in quella piazza ho vissuto anni bellissimi, dando tanto e ricevendo tantissimo“.

Cosa gli manca di più? “Le serate. No, scherzo eh. In verità mi manca tutto, era il mio mondo naturale. Ho rivisto pochi giorni fa Roma-Barcellona e mi sono venuti i brividi“. E quindi: “Tornerei, certo. L’ambiente è incredibile. Anche tra il derby romano e quello milanese, tutta la vita Roma…“. Già ma il passato è passato. Il presente si chiama Cagliari, che lo avrà in prestito fino a fine stagione, e si chiama Inter, che lo pagherà per altri tre anni. L’ipotesi di un ritorno a Roma è difficile non solo dal punto di vista economico, per l’alto ingaggio del giocatore, ma anche per quelle “serate” e quelle altre scelte trasgressive che sono state il principale motivo della separazione. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa