Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Presto, date uno scudetto al virologo Lotito

Prima maglia

Il patron biancoceleste pensa alla ripartenza del campionato

Due certezze in tempi di Coronavirus: il bollettino della Protezione Civile e le dichiarazioni di Claudio Lotito. Il Covid toglie l’olfatto? Il presidente della Lazio sente profumo di scudetto. Si fa il conto tragico di casse funebri e cassintegrati? Lotito pensa al campionato: bisogna ripartire, ripartire, ripartire.

Una preghiera: fermatelo. Se necessario, agite d’ufficio: il tricolore è suo, è loro, festeggino al Circo Massimo, a un metro di distanza. Ma la smetta con questo stillicidio. E’ una “Lotiteide” quotidiana. Un’opera corale, cantata insieme al direttore sportivo Igli Tare e al portavoce Arturo Diaconale. Uno spettacolo misero in questi tempi tragici. Lo scrive Il Fatto Quotidiano.

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa