Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Fonseca toglie in fantasisti dall’isolamento

Alla ripresa il tecnico potrebbe far giocare Dzeko, Mkhitaryan, Pellegrini e Zaniolo in contemporanea

Per la rincorsa alla Champions League la Roma ha bisogno di gol. Le prime tre fanno un campionato a parte, ma il confronto con l’Atalanta di Gasperini è impietoso: 13 gol di Muriel, 11 di Zapata e 15 di Ilicic. La coppia più prolifica, il colombiano e lo sloveno, ne ha messi a segno quindi 28. I giallorossi, con Dzeko-Mkhitaryan, sono fermi a 18, dietro anche al Cagliari (Joao Pedro e Simeone sono a quota 22) e al Sassuolo (sempre 22, con Caputo e Berardi).

Davanti, quindi, urge qualcosa di diverso. La sfida di Fonseca per questo finale di stagione sarà quella di far coesistere i calciatori con maggior estro della rosa e i nomi sono quelli di Dzeko, Mkhitaryan, Pellegrini e Zaniolo. Non sarà un’impresa facile senza alterare gli equilibri visto che i quattro non sono mai partiti insieme dal primo minuto. Pellegrini può fare il trequartista o uno dei mediani, Mkhitaryan è il jolly per eccellenza, Zaniolo nasce interno ma può giocare anche dietro la punta, ma è letale sulla fascia. Infine c’è Dzeko che sa fare tutto. Intanto da oggi la Roma tornerà ad allenarsi in gruppo, mentre domani ci sarà un giorno di riposo. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa