Resta in contatto

Rassegna Stampa

Ai margini e solo, Petrachi “salvato” dall’emergenza

Petrachi resta al timone della direzione sportiva giallorossa

Isolato. È l’aggettivo più utilizzato dai procuratori (e non solo) per fotografare la situazione attuale di Petrachi. Che deve proprio allo stop del campionato la sua precaria conferma. A penalizzarlo è stata in primis la gestione muscolare operata all’interno di Trigoria. Questa si è manifestata in vari ambiti, fino ad arrivare alla squadra. Nervosismo che ha toccato anche i collaboratori più vicini (Longo) che hanno iniziato a prendere le distanze.

A questo si somma l’inesperienza nell’approcciare con una piazza come Roma. Uscite come quelle su Dzeko, che ha dato il via a un’indagine federale poi archiviata, o quelle nell’ambito dell’operazione Politano-Spinazzola, hanno fatto piacere ai tifosi ma alla dirigenza non sono andate giù. Al momento però Petrachi non si muove: lo stallo nel quale versa il club lo costringe a una posizione d’attesa. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa