Resta in contatto

Rassegna Stampa

Zaniolo l’unico sorriso, ma la squadra sta reagendo

Il talento giallorosso di nuovo in campo

In campo, i 21 anni li ha festeggiati con un pizzico di ritardo. Quel “tocca a te” detto da Fonseca a Zaniolo è stato come tornare alla vita per il giovane talento romanista, perché dal giorno dell’infortunio, dal quale erano passati 175 giorni, è successo un po’ di tutto. Il suo obiettivo però non è mai cambiato ed era proprio quello di tornare a giocare. Questa è stata la vera bella notizia della serata per Fonseca. Perché poi la Roma ha reagito alle sconfitte con Milan e Udinese, ma è arrivato comunque un altro ko contro il Napoli. “Ho visto cose buone, sicuramente migliori che con l’Udinese – ha detto a fine partita Fonseca -. Peccato per quelle ripartenze non sfruttate sull’1-1“.

Ora si tratta di vincere a tutti i costi mercoledì con il Parma. Per respingere l’assalto del Milan e per rilanciare quella parola, ambizione, che piace tanto a Fonseca e che ieri ha usato anche il Ceo giallorosso Guido Fienga: “Rispettiamo i nostri tifosi e sentiamo la responsabilità per ciò che stanno provando. Ma ora siamo alla ricerca di soluzioni e non di colpe. Il nostro compito è un progetto ambizioso, che prevede una stabilità della rosa. Vogliamo crearne uno che soddisfi le ambizioni dei nostri calciatori. E loro lo sanno“. Lo riporta “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Rassegna Stampa