Resta in contatto

News

Castan: “La seconda stagione alla Roma la migliore della mia carriera”

Parla il difensore brasiliano

Leandro Castan, difensore del Vasco Da Gama ed ex Roma, ha rilasciato una lunga intervista a Calcio2000:

Nell’estate del 2012, la Roma ufficializza l’acquisto di Castan, 25enne fresco vincitore della Copa Libertadores con il Corinthians.
“Ricordo che c’erano tanti rumors in quel periodo. Ufficialmente, avevo due offerte sul piatto. C’era quella della Roma e quella del Fenerbahce. Il club turco mi offriva più soldi ma io, in quel periodo, sognavo la Seleçao e quindi ho preferito andare a giocare alla Roma, in un campionato di primissimo livello e in una squadra conosciutissima in tutto il mondo. È stato un bel periodo, giocavo tanto ed eravamo anche forti. Onestamente credo che il mio secondo anno in giallorosso sia stato il migliore di tutta la mia carriera. Penso che avremmo anche potuto vincere il campionato, avevamo davvero una bella squadra. Purtroppo, non è andata così e mi dispiace molto perché, lo ripeto, eravamo una bellissima squadra, allenata bene da Rudi Garcia. Siamo arrivati secondi dietro alla Juventus ma potevamo anche vincere”.

Dopo i primi due anni, favolosi, alla Roma, è arrivato il problema alla testa, quel cavernoma che ti ha costretto ad andare sotto i ferri.
“Il mio più grande rammarico e non essere riuscito a tornare ai miei livelli. Il mio obiettivo, dopo l’operazione, era di recuperare il tempo perduto e dare il mio contributo alla squadra. Ci ho provato in ogni modo ma non ci sono riuscito. Premetto che, se tornassi indietro, rifarei le stesse scelte di allora ma, con il senno di poi, credo di aver affrettato troppo i tempi del mio rientro. Volevo tornare a giocare, volevo aiutare i miei compagni ma, probabilmente, non ero ancora pronto e questo l’ho pagato a caro prezzo, visto che il mio rendimento è stato inferiore rispetto alle mie aspettative”.

Al Vasco da Gama ti sei ritrovato.
“Ho ritrovato me stesso. Mi sento bene fisicamente e mentalmente. Sono in un club molto noto in Brasile che sta cercando di tornare ai fasti di un tempo e io voglio dare il mio contributo. Sono il capitano della squadra e questo è motivo di grande orgoglio da parte mia”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da News