Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Fonseca: “Domani gioca Zaniolo, Smalling era importante per noi”

Le parole dei due giallorossi alla vigilia della gara col Siviglia

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League con il Siviglia:

Come arriva la Roma a questa partita? Pellegrini può avere spazio da centrocampista?
“La squadra arriva qui molto motivata. Siamo in un buon momento. Sappiamo che è una gara difficile, contro una grande squadra. I ragazzi sono molto motivati. Pellegrini è un’opzione, anche Cristante può giocare, vediamo domani”.

Avendo i due giocatori più attesi, Zaniolo e Pellegrini, senza i 90 minuti, sta pensando a una staffetta?
“Devo dire che Zaniolo giocherà domani. Pellegrini non ho deciso”.

Il campionato è concluso. Ha il pensiero che se avesse cambiato modulo prima la stagione avrebbe potuto prendere una piega diversa?
“Non penso mai al passato. Quello che è importante è ciò che facciamo adesso. Arriviamo qui con fiducia totale. Fare supposizioni non è il mio stile”.

Le condizioni di Zaniolo permetteranno di vederlo in campo dal primo minuto?
“Ho detto che Zaniolo giocherà domani dall’inizio, è pronto”.

Cosa deve fare un allenatore in un momento simile per tenere i calciatori concentrati?
“Siamo totalmente concentrati, non pensiamo ad altre cose. Queste sono partite che i giocatori sono molto motivati per giocare. Non ho bisogno di fare motivare la squadra, tutti capiscono che è un momento importante e arriviamo qui con fiducia, con ottimismo e per questo è un momento che la squadra è pronta per giocare contro una squadra come il Siviglia”.

È la prima partita senza Smalling, quanto perdete senza di lui e quanto è cresciuto Ibanez?
“Chris era un giocatore molto importante per noi, ma non è qui con noi. Dobbiamo pensare a chi è qui. Sono fiducioso con tutti i giocatori che sono qui per la partita di domani. Naturalmente giocherà Ibanez nella posizione di Smalling, Ibanez prima dell’infortunio ha giocato sempre bene, ho totale fiducia in lui”.

Ha giocato ad altissimo livello in Champions League con lo Shakhtar, ma questa è una gara secca. Può essere una delle più importanti in carriera?
“È un tipo di partita diversa, se non vinci stai fuori. Non abbiamo due partite, ma solo una. Tutte le partite sono importanti per me, io voglio sempre vincere. Questa non è diversa. È una partita importante per noi, ma l’ambizione è la stessa delle altre”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra