Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Siviglia, Reguilón: “Roma in una situazione ideale ma sappiamo come farle male”

“Gudelj? Se il prossimo test sarà negativo tornerà in gruppo”

Sergio Reguilón, terzino sinistro del Siviglia in prestito dal Real Madrid, ha rilasciato un’intervista a Marca in cui ha parlato anche della sfida di Europa League contro la Roma. Ecco uno stralcio delle sue parole.

Il tuo campionato è iniziato e finito con una rete. Firmeresti per un tuo gol contro la Roma e uno in finale?
Certo che firmerei, vorrebbe dire che avremmo raggiunto la finale, non sono un attaccante ma i gol sono sempre benvenute.

Sulla positività di Gudelj.
Sta bene e che lavora da casa, abbiamo parlato molto. Se il prossimo test sarà negativo potrà tornare in campo, è un giocatore importante per noi.

Come arrivate alla sfida con la Roma?
Stiamo bene mentalmente e fisicamente. La situazione ideale è quella in cui arriva la Roma, che ha giocato il campionato e non si è dovuta fermare. Inoltre non ha dovuto avere a che fare col Covid che ci ha impedito di allenarci come avevamo programmato. Però è anche vero che loro non hanno ancora incontrato una squadra come la nostra abituata a giocare pressando tanto. Speriamo di fare una grande partita in Germania.

Cosa sai della Roma?
Abbiamo visto tanti video, conosciamo le loro qualità e sappiamo dove possiamo procurarle danni. Ogni giorno il mister e lo staff tecnico ci danno informazioni sui loro giocatori in base a zone specifiche.

Poche squadre in Spagna giocano con la difesa a 3 come la Roma.
Durante la stagione abbiamo già affrontato squadre che giocano con la difensa a 5. Se giochiamo come stavamo facendo ultimamente questo aspetto conterà poco.

La striscia di risultati positivi dei giallorossi vi spaventa?
La Roma ha chiuso il campionato molto bene, sa giocare a calcio e anche fisicamente è una squadra forte. Ma lo siamo anche noi e vogliamo vincere la coppa.

Avete visto il tabellone?
Sì, ma non lo abbiamo commentato negli spogliatoi. Dobbiamo battere la Roma. Sarebbe un errore pensare già oltre.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News