Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Friedkin è già al lavoro per una Roma “british”

Se siete tifosi della Roma, sintonizzate i vostri orologi a seconda di dove state vivendo questo agosto cosi inconsueto

Tra due giorni, al momento del closing, avrete l’imbarazzo della scelta: sintonizzare l’orologio sull’orario del venditore a Boston o su quello dell’acquirente a Houston. Oppure a Londra, dove hanno sede gli studi legali operativi più importanti dei due. Il nuovo corso sarà british, e una volta staccato l’assegno di 199 milioni per Pallotta forse potrebbe tenersi la prima videoconferenza tra Friedkin e la dirigenza.

Il nuovo corso potrebbe imporre un piano triennale per la Roma, come avviene coi club di Premier League. Sul fronte stadio è possibile che Vitek, una volta divenuto proprietario di tutte le società di Parnasi a settembre, le ceda direttamente al gruppo Friedkin agevolando le operazioni. A quel punto, la nuova Roma in salsa inglese sarebbe pronta per essere servita. La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa