Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Turone: “C’era sudditanza nei confronti della Juve. Il mio gol? La più grossa ingiustizia subita”

Le parole dell’ex romanista

L’ex giocatore della Roma Maurizio Turone ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport. Tra gli argomenti trattati il celebre gol annullato contro la Juventus:

Zaniolo, il prototipo della mezzala moderna.
“Lui non ha bisogno di fermarsi, va con questo strapotere fisico. Prendi Garrincha: lui fintava sempre sulla destra ma se ne andava sempre”.

Ti hanno mai chiamato alla Roma per un incarico?
“Mai. Ho fatto due anni l’osservatore per la Lazio”.

Alto tradimento?
“Non come lavorare per la Sampdoria ma quasi. Posso dire di esser rimasto giallorosso anche in quei due anni però”.

Gli arbitri erano corrotti?
“Non penso, però c’era tanta sudditanza. Quando ti appariva nei sottopassaggi dello stadio uno come Gianni Agnelli non rimani indifferente”.

Non abbiamo parlato del tuo gol alla Juve.
“La più grossa ingiustizia che ho subito nel calcio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa