Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Non solo Smalling per il muro in difesa

A Trigoria si studiano le alternative al centrale inglese

L’impatto dei Friedkin sul mercato sarà soft, con un occhio ai conti da sistemare. La Roma non sembra intenzionata ad assumere un nuovo direttore sportivo e a condurre le trattative estive sarà l’amministratore delegato Guido Fienga insieme a Morgan De Sanctis. In cima ai desideri c’è Smalling, ma la Roma non è disposta a spendere i 20 milioni chiesti dallo United, ne propone attualmente 15. Gli inglesi vogliono la cessione a titolo definitivo, chi compra spera di strappare un prestito con obbligo di riscatto. I difensori da acquistare però potrebbero essere due: il nuovo nome è quello di Papastathopoulos, che saluterebbe l’Arsenal per rientrare in Italia ad un anno dalla scadenza del contratto, dopo le esperienze con Genoa e Milan.

Rugani aspetta una chiamata, ma i giallorossi nel frattempo si stanno informando anche su Maksimovic. Il Napoli spera di inserirlo come contropartita per Under, mentre su Milik la strategia è chiara: se resta Dzeko, uno come lui non arriverebbe. Tra i pali il preferito è Cragno, ma l’opzione più realizzabile è Sirigu, prima però bisogna capire se il Torino sia davvero interessato a Pau Lopez. Nel ruolo di terzino piace Tomasz Kedziora della Dinamo Kiev, mentre il colpo con cui vorrebbero presentarsi i Friedkin è Castrovilli. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa