Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 20 agosto 1964: a Roma nasce “Il Principe” Giannini (VIDEO)

Il capitano giallorosso ha vestito la maglia della Roma per 15 anni. Campione d’Italia nel 1983, è stato uno degli eroi dei Mondiali del 1990

Il 20 agosto del 1964 nasceva a Roma, nel quartiere Trieste, Giuseppe Giannini. Trasferitosi nella località di Frattocchie assieme alla famiglia all’età di 3 anni, inizia a muovere i suoi primi passi nel mondo del calcio nella parrocchia locale, per poi approdare al Tomba di Nerone e all’Almas.

Nel 1980 entra a far parte delle giovanili della Roma, esordendo in prima squadra nella stagione 81-82 contro il Cesena.
Resta in giallorosso per ben 15 anni, arrivando a diventarne capitano. Soprannominato “Il Principe” dal suo compagno Odoacre Chierico, per il suo passo elegante durante la corsa, il centrocampista raggiungerà anche grandi traguardi con la maglia azzurra: dopo la semifinale nell’Europeo del 1988, sarà tra i titolari dell’Italia nel Mondiale casalingo del 1990.

Nel 1996, a causa dei rapporti troppo incrinati con l’allora presidente Franco Sensi, lascia la Roma per approdare prima allo Sturm Graz e poi al Napoli. Chiude la sua carriera a Lecce, dove resta fino al 1999. In 437 apparizioni in giallorosso, “Il Principe” ha siglato 75 reti.
Nel 2013 è entrato a far parte della “Hall of Fame” della Roma.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord