Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Milik dice sì, la Roma trova il suo bomber

Il polacco sempre più vicino alla Roma

Milik si sta convincendo ad accettare la Roma, che nel frattempo continua a trattare con il Napoli. Alla Juventus era stato chiesto da Sarri e con i bianconeri aveva già un accordo, ma con l’avvento di Pirlo le cose sono cambiate. Il nuovo allenatore dei bianconeri, infatti, gli preferisce Edin Dzeko. Zibì Boniek, quando quattro anni fa si parlava di un possibile approdo di Milik alla Roma, ne parlava così: “È un giocatore molto forte, è un centravanti puro, in Nazionale puntiamo molto su di lui. È un centravanti che fa gol, alto, bravo di testa, sa sfruttare la profondità, uno che farebbe le fortune di qualsiasi squadra, che ricorda Ibrahimovic ed è giovane. Sarebbe un bel colpo per la Roma. Se la società giallorossa cerca un centravanti, questo è un centravanti vero”.

Per vedere il numero 99 a Trigoria mancano ancora alcuni dettagli: si discute tra le due società, con il Napoli che ha chiesto 15 milioni più i cartellini di Under e Riccardi. Fienga aveva proposto anche Coric e Antonucci, che però non rientrano nei piani dei partenopei. Giuntoli, intanto, ha contattato l’entourage di Cengiz Under che chiede un contratto da 4 milioni l’anno. Per quello che riguarda il contratto di Milik, invece, il polacco chiede 5 milioni netti, mentre la Roma ne ha offerti 4 e mezzo, una distanza minima, che verrà colmata. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa