Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Smalling, la strada è in discesa

Fonseca chiede soltanto il leader difensivo per ricostruire una Roma competitiva ed è stato ascoltato

Nelle ultime ore Fienga è stato a Milano ed ha ripreso il filo della trattativa per Smalling. Dopo lo strappo di fine luglio le parti hanno ripreso un dialogo costruttivo che presto dovrebbe riportare il difensore a Trigoria. Il giocatore si è già espresso, vuole la Roma. Ora serve un accordo economico che non è stato ancora raggiunto.

Fienga si è spinto fino a 12 milioni più bonus per un acquisto immediato, il Manchester è ancora fermo a 20. La sensazione è che il punto di incontro sia intorno ai 15 più bonus. Nel frattempo De Sanctis lavora sugli esuberi e sta per cedere Fazio al Cagliari.

Il suo contratto in scadenza nel 2021 è stato rinnovato fino al 2022 grazie al numero di presenze toccato dal difensore. Per chiudere l’affare, quindi, ci sono due strade: o il Cagliari paga il cartellino facendosi poi rimborsare metà dell’ingaggio per due stagioni, oppure la Roma lo cede in prestito oneroso contribuendo ad un anno di stipendio. Più complessa la situazione legata a Jesus che ha rifiutato il Cagliari e ha un accordo col GenoaPreziosi non ha mai fatto un’offerta alla Roma che quindi ha avvisato il suo procuratore: o Jesus porta 3 milioni di euro o resta fino alla fine del contratto.

Per Santon è in corso una trattativa col Besiktas: sarebbe un prestito oneroso che sgrava la Roma da un altro stipendio. Sondaggi per Peres da parte di Parma e AlavesIntanto i giallorossi hanno rifiutato un’offerta per Calafiori da 7 milioni di euro proveniente dalla Fiorentina. L’intenzione è quella di lanciarlo alle spalle di Spinazzola. Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa