Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La mamma di Nicolò choc: “Voleva lasciare il calcio. Si opererà in Austria, lo aiuteremo a rinascere”

Le parole della mamma di Zaniolo

“Nicolò ha pensato di smettere“. Lo col cuore di mamma ancora addolorato per aver visto un figlio in lacrime e sotto choc per la seconda rottura del legamento crociato nel giro di 8 mesi. Francesca Costa, intervistata da Te la do io Tokyo, racconta i giorni di dolore di Zaniolo: “Lo rincuora leggere o sentire le storie dei suoi colleghi che hanno avuto lo stesso problema. All’inizio aveva detto “Ora smetto“, l’aveva presa così, gli era venuto un po’ di sconforto. Gli hanno spiegato che ha una muscolatura molto importante e che i legamenti erano leggeri. L’ho visto davvero giù, sono giorni difficili. Ha pianto molto, pensava che qualcuno gli avesse fatto il malocchio. In queste ultime ore l’ho rivisto carico, si sta riprendendo. Ora Nicolò dice li ho rifatti entrambi e torno più forti di prima. Lo vedo motivato a tornare”.

Ieri intanto la Roma ha giocato col lutto al braccio per Willy Monteiro ed invitato la famiglia del ragazzo ucciso a Colleferro allo Stirpe dove ha superato brillantemente 4-1 il Frosinone grazie ai gol di Karsdorp, Pellegrini, Mkhitaryane Under che potrebbe sostituire Zaniolo in questi mesi. A sorpresa Cristante è stato schierato in difesa. Buona prova di Calafiori. Lo scrive “Leggo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa