Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 11 ottobre 1961: la Roma vince la Coppa delle Fiere

59 anni fa, con il 2-0 al Birmingham all’Olimpico, il club giallorosso alza al cielo il primo trofeo intercontinentale

L’11 ottobre 1961 la Roma conquista la Coppa della Fiere. Lo fa davanti a un Olimpico strapieno (50.000 spettatori) che, dopo il 2-2 in casa del Birmingham, che spinge i giallorossi alla conquista del trofeo. La squadra di capitan Giacomo Losi vince 2-0 e si aggiudica la coppa.

La vittoria arriva al culmine di un cammino che ha visto i giallorossi eliminare Royale Union Saint-Gilloise, Colonia e Hibernian prima di arrivare in finale contro gli inglesi. Il 27 settembre l’andata in terra anglosassone termina, appunto, 2-2. Si replica a Roma 14 giorni esatti più tardi. Il primo tempo è bloccato 0-0. Nella seconda frazione i giallorossi passano al 56′ grazie a un’autorete di Farmer. La partita è molto rude: si racconta che dopo il vantaggio giallorosso, gli inglesi iniziano a entrare in maniera dura sui giallorossi. Luis Carniglia, allenatore della Roma, esasperato si rivolge duramente al tecnico degli inglesi, Merrick:O fai smettere i tuoi di picchiare o ti prendo a pugni. Battiamoci noi due e lasciamo i ragazzi giocare“.

La Roma gioca meglio e all’88′ sfiora il raddoppio con Manfredini che colpisce il palo. Nel finale comunque i giallorossi trovano la rete del 2-0 con un tiro dai trenta metri di Pestrin che batte l’incolpevole Schofield. Il presidente Fifa Stanley Rous consegna la Coppa delle Fiere nelle mani di Giacomo Losi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord