Resta in contatto

Rassegna Stampa

Fonseca: “Abbiamo un’identità”

La squadra di Fonseca continua a vincere e convincere e a restare imbattuta sul campo, dove è sempre più chiara la mano dell’allenatore.

Tutta la scorsa stagione ha chiesto tempo per costruire la sua idea di gioco e non giudicare il suo operato dopo pochi mesi e ora i risultati gli danno ragione. “Abbiamo fatto un’ottima partita, così si rinforza l’identità della squadra. Abbiamo segnato tre gol ma abbiamo creato di più, è importante avere ambizione e sicurezza difensiva“. Il portoghese è conscio che sarebbe un enorme errore credersi già grandi e il segnale che manda, nonostante gli elogi, è quello di mantenere i piedi ben saldi a terra: “Sono soddisfatto della prestazione della squadra. Dobbiamo pensare a far crescere il gruppo, pensiamo alla prossima partita e non alla classifica. Ora è importante riflettere sul nostro lavoro“. Il suo contratto scade a giugno e anche se c’è un’opzione di rinnovo automatico in caso di quarto posto, non è un argomento all’ordine del giorno: “Non dipende da me ma non mi preoccupa questa questione. Mi concentro solo sul lavoro e sulle partite“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa