Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Fonseca: “La squadra ha meritato la vittoria. Mercato? Stiamo parlando con Pinto delle necessità”

“La squadra è più forte, ha più tempo di lavoro alle spalle, è più equilibrata. Oggi siamo stati sempre in controllo della partita”

Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di DAZN per commentare Roma-Sampdoria, terminata 1-0 per i giallorossi grazie al gol di Dzeko.

L’anno scorso siete ripartiti con una sconfitta, oggi con una vittoria. Quali sono le differenze un anno dopo?
“Prima di tutto che abbiamo vinto (ride, ndr), mentre l’anno scorso non abbiamo vinto. La squadra è più forte, ha più tempo di lavoro alle spalle, è più equilibrata. Oggi siamo stati sempre in controllo della partita, abbiamo meritato di vincere. Potevamo fare più gol, abbiamo creato diverse occasioni. La squadra sta molto meglio in questo momento”.

Oggi è stata una partita difficile. Qual è stata la differenza tra la Roma e la Sampdoria?
“Giocare contro di loro è difficile, sono una squadra organizzata che si chiude bene, ma la Roma ha fatto una buona partita, con sicurezza difensiva. Quando abbiamo questa sicurezza è più facile vincere, perché poi creiamo sempre diverse occasioni. Devo dire che chi si occupa del campo ha fatto un grande lavoro perché non era facile avere il terreno in queste condizioni con tanta pioggia. La squadra ha meritato la vittoria”.

Smalling sta recuperando la miglior condizione?
“Sì, è vero. Ha fatto una grande partita, come gli altri difensori. Oggi abbiamo fatto con Chris e con tutti i componenti della squadra un buon lavoro difensivo”.

Sul mercato.
“Vediamo, penso che Tiago (Pinto, ndr) arriverà nei prossimi giorni. Stiamo parlando delle necessità della squadra”.

Un commento sulla gara di Pellegrini?
“Ha giocato molto bene, ha fatto una grande partita”.

Il tecnico giallorosso, poi, ha parlato ai microfoni di Roma TV.

Il match di oggi?
“Importante vincere la prima partita dell’anno. Abbiamo fatto un ottimo match, con equilibrio e sicurezza difensiva, creando opportunità”.

La squadra stava bene mentalmente?
“Si, è importante per me vedere la squadra motivata. La squadra sta bene mentalmente e fisicamente, tutti lavorano per la squadra, è importante per me sentire questa cosa”.

La differenza nel secondo tempo l’hanno fatta gli esterni?
“Si, nel secondo tempo siamo migliorati, Karsdorp e Bruno hanno rischiato di più, Mkhitaryan e Pellegrini gli hanno aperto spazi”.

Oggi ha visto qualche aspetto negativo?
“No, non ho visto niente di negativo nella squadra. I ragazzi hanno lottato molto, hanno avuto coraggio di giocare e cercare gli spazi. Sono soddisfatto”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra