Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Stroppa: “La Roma è una delle squadre più in forma, cercheremo di affrontarla al meglio”

Il tecnico dei rossoblu alla vigilia della sfida di domani pomeriggio contro la Roma: “Bisogna fare i complimenti a Fonseca”

Alla vigilia di Crotone-Roma, in mattinata ha parlato Giovanni Stroppa, allenatore della squadra neopromossa e che domani attenderà i giallorossi in casa allo Scida:

“Affrontiamo una delle squadre più in forma del campionato, sarà una partita di assoluto livello e cercheremo di affrontarla al meglio”.

Recuperi Cigarini o Benali?
“No, la situazione infortunati è uguale”.

Quanto cambia preparare una gara contro la squadra di Fonseca?
“Conosciamo le qualità della Roma, di saper lavorare a tutto campo in fase di possesso e non possesso. Credo che rispetto alle altre squadre, la Roma abbia una caratteristica importante: portare tanti uomini nelle ripartenze quando recupera palla. Ha qualità importanti individuali, ha dominio del campo, sa giocare in contropiede e in palleggio. E’ una squadra davvero completa, bisogna fare i complimenti a Fonseca per l’identità che ha dato e anche per il cambio rispetto all’anno scorso”.

Cambi qualcosa rispetto a Milano?
“Magari qualcosa sì, metteremo qualcuno di più fresco, si è speso tanto domenica. Fare una partita importante, anche fisica e agonistica, sarà complicato”.

In che condizioni è Didji? Pensi che potrebbe trovare più spazio nel prosieguo del campionato?
“Ho parlato al ragazzo, dispiace che sia arrivato in ritardo con problemi fisici. Ha dovuto ricominciare da zero e in una situazione nuova, sto cercando di metterlo dentro per dargli minuti nelle gambe. E’ una risorsa assoluta ma bisogna avere ancora pazienza”.

Quanto può incidere sul morale il risultato di San Siro?
“Deve fare tesoro, sappiamo come abbiamo preso i gol, con una leggerezza disarmante. Bisogna avere un pochino in più di atteggiamento difensivo in testa, la squadra è stata eccezionale nel palleggio e in fase difensiva. Dovevamo lavorare più in reparto e in collettivo”.

Ritardo in classifica: al di là della prestazione serve il risultato contro la Roma?
“Come dicevo prima dell’Inter, la squadra ha dimostrato di meritare molto, nel primo tempo la squadra meritava anche di più. E’ una partita proibitiva sulla carta con la Roma ma per fortuna c’è il campo e il pallone. Sappiamo di essere ultimi ma anche che con una vittoria possiamo fare un salto in classifica”.

Novità a centrocampo?
“Vediamo, qualche considerazione sull’11 titolare la farò. Ci aspetta una partita impegnativa e vedremo di gestire un po’ le forze in queste due partite”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News