Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Fonseca, il futuro legato al quarto posto

Il contratto del tecnico si rinnoverà in automatico in caso di qualificazione alla Champions League

Paulo Fonseca ha ripetuto spesso che, in questa sua seconda stagione sulla panchina giallorossa, la Roma è migliorata. Purtroppo la sua sensazione non è confermata dai numeri. La Roma, dopo 18 giornate, ha un punto in meno dell’anno scorso: 34 contro 35 e ha subito 29 gol contro 19 (26 sul campo). Fallimentare il dato nei big match contro Milan, Inter, Juve, Napoli, Atalanta e Lazio in ordine di classifica: tre sconfitte e tre pareggi, 3 punti su 18 disponibili, 18 gol subiti alla disastrosa media di 3 a partita.

Peggio ancora della stagione scorsa, quando Fonseca riuscì a battere almeno una volta Milan, Napoli e Juventus. Fonseca è sotto contratto fino a giugno, con clausola di rinnovo automatico per un’altra stagione in caso di qualificazione alla Champions. Se il portoghese ci arriverà, il contratto è già scritto. In caso contrario, grazie e arrivederci. Nessuno chiedeva lo scudetto, ma nessuno immaginava una Roma tanto piccola contro le big. Il terzo posto in classifica, purtroppo, è solo sulla carta perché Juve, Napoli e Atalanta devono recuperare una partita e, a pari punti, la classifica avulsa della Roma non lascia per ora speranze. Lo scrive il Corriere della Sera.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa