Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mayoral c’è e già sente l’odore del gol. Quando gioca, la Roma parte da 1-0

Nè Dzeko, né Mkhitaryan, hanno fatto meglio di lui per partecipazione ad un gol dei giallorossi

Borja Mayoral ha giocato solo 742 minuti in questa stagione, collezionando 6 gol e 4 assist. La media dello spagnolo fa 1 rete ogni 123 giri di lancette e, più in generale, 1 partecipazione ai gol giallorossi ogni 74′.

A conti fatti, quando lui gioca la squadra parte sempre 1-0. Nessuno in questa stagione ha fatto meglio: né il bomber Dzeko né il mattatore Mkhitaryan. Domani Borja giocherà e avrà l’ennesima occasione per dimostrare il suo valore.

S’è detto di lui che non è un centravanti di profondità, ma più di dialogo con i compagni. È vero solo in parte, dato che spesso ha confermato un’attitudine particolare nello sfruttare gli spazi concessi dalla difesa avversaria.

Sono in molto a credere che in seguito alla doppietta di Crotone il 23enne meritasse qualcosa in più rispetto a soli 21 minuti complessivi tra Inter e derby. Borja ne è convinto, ma nelle gerarchie ha davanti un calciatore che pesa negli equilibri interni.

Tentare di rubare il posto al capitano assomiglia più a una montagna da scalare che ad una salita. Un percorso alternativo ci sarebbe: la presenza contemporanea di Mayoral e Dzeko in un ipotetico 3-5-2. Si legge sul Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa