Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Auto, business e sogni: Friedkin sfida Agnelli

Prima che diventasse presidente della Roma, Dan Friedkin aveva già qualcosa in comune con Andrea Agnelli: le automobili come pilastro della propria fortuna

Juventus-Roma non è solo la sfida tra il made in Italy per eccellenza e il nuovo a stelle e strisce che avanza, ma anche quella tra due proprietà che con le quattro ruote hanno alimentato la propria passione per il calcio: Fiat contro Toyota, due colossi nell’universo dei motori. 

Secondo i dati pubblicati da Forbes, Friedkin è il terzo presidente più ricco del calcio italiano, con un patrimonio personale di 4,1 miliardi di dollari, dopo Agnelli (15,9) e l’interista Zhang. Dan il texano si è innamorato della Magica quando aveva già abbondantemente superato i 50, Andrea il sabaudo conosce la sua Signora da sempre ed è cresciuto insieme a lei.

Una cosa è sicura: dall’inizio dell’era statunitense la guerra con la Juventus non esiste più. Il club bianconero è sia un modello di business – a cominciare dallo stadio di proprietà – sia un alleato nelle battaglie politiche. In tempi di Covid, però, rimanere fuori dalla prossima Champions sarebbe un disastro per entrambe, così la sfida di stasera si accende di ulteriori significati. La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa