Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Pirlo: “Volevamo fare questo tipo di partita. L’abbiamo studiata al contrario rispetto all’andata”

Le parole dell’allenatore giallorosso

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, ha parlato a Sky Sport dopo Juve-Roma:

Come avete impostato la partita?
“Eravamo preparati per chiuderci e ripartire, abbiamo fatto molto bene la fase difensiva, volevamo fare questo tipo di partite. Non è facile prendere la Roma ed essere sempre aggressivi”.

Atteggiamento diverso dopo il ko contro l’Inter in campionato?
“Chiellini è tornato a disposizione, sta giocando bene come tutti gli altri. Ci siamo ricompattati, la fase difensiva è più compatta perché sappiamo dove dobbiamo lavorare”.

Chiellini ha ancora tanta energia?
“Per adesso sta bene, speriamo possa continuare così. Ho una rosa molto competitiva come abbiamo dimostrato”.

Quanto ti senti dentro al gruppo?
“Mi sono sempre sentito all’interno di questo gruppo, mi hanno sempre dato grande disponibilità, lo si vede dall’atteggiamento dei campioni che ho in squadra. Si deve anche rincorrere il pallone, c’è l’aiuto di tutti e lo abbiamo dimostrato. Stiamo lavorando per cercare di San Siro in settimana”.

Soddisfatto del match?
“Abbiamo studiato la partita al contrario rispetto alla gara di andata, lasciavano molti spazi quando ci attaccavano. Giocando ogni tre giorni, potremmo rigiocare in questa maniera”.

Quanto è cresciuto Pirlo?
“Sono cresciuto perché le partite e le sconfitte di fanno crescere. Ogni minima cosa serve per migliorare, ho una grande squadra che mi segue e una società che è alle spalle”.

Qual è la cosa più importante che hai imparato?
“In Italia c’è tanta tattica, se giochi con tante squadre i moduli variano e devi trovare le soluzioni”.

Che impressione ti ha fatto l’Inter contro la Fiorentina?
“Martedì sarà una battaglia, ieri l’ho vista”.

Ci sarà Dybala?
“Lo vedremo domani”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News