Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Dzeko in corsa all’Allianz non basta. Con l’Udinese è già l’ora delle scelte

Fonseca chiamato a scegliere l’attaccante contro l’Udinese

Avrebbe voluto lasciare il segno, aiutare la Roma a evitare l’ennesima sconfitta contro le grandi. Edin Dzeko è entrato al 18′ del secondo tempo e dopo pochi minuti la Roma ha incassato il secondo gol.

Il centravanti in settimana ha voluto chiudere la questione con l’allenatore, ha preso lui l’iniziativa, ha avuto un chiarimento, si è messo a disposizione. Dopo essere rimasto fuori rosa per due partite, Fonseca lo ha reintegrato e lo ha mandato in campo nella ripresa. Dzeko ha avuto poche occasioni, ha dato il pallone a Perez che ha impegnato Szczesny a terra, ha lottato.

Il centravanti deve ancora recuperare la forma migliore, il Covid lo ha fermato per molto tempo e fa ancora fatica a tornare in forma. Inoltre Dzeko ha bisogno di giocare, per la sua struttura fisica. Ma il suo ritorno è utile alla Roma, che in alcune partite come quella di ieri fatica in attacco. Ci sarà bisogno del miglior Dzeko in questa seconda parte della stagione, perché entrare tra le prime quattro non sarà una passeggiata e la Roma non può permettersi di fare a meno del terzo miglior attaccante della sua storia. Domenica prossima la Roma affronterà l’Udinese all’Olimpico. Una partita da vincere a tutti i costi per non perdere altro terreno dalle prime. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa